LA STORIA

Negli anni 60 - 70, quando la vita pian piano tornava alla normalità, quando con semplicità e amore si provava a riacquistare ciò che gli anni della Grande Guerra avevano spazzato via violentemente, in una Campagna di Contigliano da mamma Barbara e papà Luigi nasceva il loro primogenito Mauro. Un bambino come tanti, fortunato, con l'arrivo del fratello Enzo dopo 2 anni e l'inizio di una vita tra terra, campi, animali e ... motori!!!

 

A quei tempi non c'era il cellulare, non esisteva il computer alla Play Station forse neanche i giapponesi sapevano che fosse !
I bambini trascorrevano le loro giornate all'aria aperta, a scoprire la natura, ad accudire le bestie, e ad inventare giochi frutto della loro pura fantasia. Mauro, insieme al suo fratellino Enzo, oltre a fare tutto questo nasceva con una passione particolare, un'attrazione eccentrica: quella dei motori.
Trascorrere le giornate, talvolta anche le nottate, ad azionare leve, pistoni cilindri , cavalli,a creare, modificare, aggiustare, inventare motorini, go-kart e non è certo oggi il passatempo e la passione di tutti i giovani !!

 

Da sempre innamorato delle ruspe, escavatori, trattori, motorini tutto ciò che avevano un motore e attivava un rumore erano una buona causa per sperimentarsi e avventurarsi con l'obiettivo di arrivare a farlo partire !
Con il sole o con la neve, dopo che Mauro tornava da scuola ed eseguiva il lavoro che suo padre gli lasciava da fare, dava sfogo alla sua passione, nella sua officina da lui costruita, girandosi e rigirandosi tra bulloni, brugole e motori di tutti i generi, finché i bisogni fisiologici come il sonno e la fame prendevano il sopravvento.
Ed era felice!
Crescendo, Mauro organizzava corse con i motori tra amici, gare " clandestine ", con macchine modificate in un vasto campo di terra, erba e sassi, quel campo che oggi si chiama LA SCINTILLA !

 

 

Prima di essere un circuito sportivo La Scintilla è stato un grande campo spettatore di tante vicende !
Tra fango e sassi Mauro e i suoi amici trascorrevano l'adolescenza facendo corse con le macchine, motorini, go-kart, vere e proprie gare tra compagni dove a vincere erano sempre la passione per i motori e l'allegria di poter vedere quel terreno "vittima" di segni di gomme, di olio scolato, di giornate cariche di adrenalina.
Quello stesso campo poi, con gli anni, è diventato un campetto da calcio, un ritrovo per amici, un luogo di risate e giornate condivise ...
Il vero traguardo però era concretizzare il sogno di poter guardare quel campo ancora in movimento, funzionale, utile per qualcosa, ma soprattutto per chi al mondo nutre ancora queste passioni per i motori, queste attrazioni, questi interessi un po' "materiali" che innalzano l'uomo cosi in alto da voler a tutti i costi attuare un idea in pratica.

 

 

Non è un caso se poi Mauro s'iscrive all'istituto professionale e si diploma come perito meccanico all'età di diciannove anni. La passione e l'intenzione di realizzare qualcosa di attrattivo non scompaiono con il passare degli anni bensì aumenta. Lo spirito della competizione, da sempre vivissimo in Mauro, apre le porte a idee sempre nuove; il vasto campo di terra e sassi sta per subire una trasformazione ma dalla teoria al mettere in pratica i passi sono lunghi e non sempre facili ma ostacolati e faticosi. Dopo tanti "no" e "si vedrà" finalmente arrivano i primi consensi burocratici per l'avvio dei lavori verso l'effettuazione di un Circuito Sportivo di automodellismo e moto, dove appassionati come il fondatore, possono dare sfogo alla loro passione. Causalmente poi Mauro incontra Andrea (KING), un altro appassionato di motori, piste, gare ... e insieme decidono di intraprendere quest'esperienza, questo viaggio con l'obiettivo di arrivare al compimento di un sogno che li accomuna.

 

 

Oggi La Scintilla non è solo il frutto di un duro lavoro sia manuale sia mentale ma l'insieme di tanti pezzi d'idee che riuniti ha portato a quello che è oggi l'impianto ma non è finita qui ... anche se ancora non vedete con occhi, in programma c'è la realizzazione di un ristorante, di un alloggio con camere e piscina, e un parco giochi per bambini ... con l'intento di completare l'impianto nel migliore dei modi possibile augurando a tutti un piacevole permanere nel nostro circuito. Quando le idee ruotano intorno a delle passioni vere, si trova sempre il modo di realizzarle, perché lasciarle andare a volte non ne vale la pena.
Bisogna lottare sempre un po' di più quando si crede veramente in una cosa. LA SCINTILLA ha bisogno anche di Voi per crescere, per iniziare a vivere, ha bisogno del Vostro calore, della Vostra passione, del Vostro amore per far si che quest'impianto diventi veramente qualcosa di unico e cristallizzato nei nostri ricordi.